top of page

Agevolazioni Fiscali e Incentivi

Per le Pompe di Calore

Il Conto Termico 2.0 incentiva interventi per l’incremento dell’efficienza energetica e la produzione di energia termica da fonti rinnovabili. I beneficiari, che sono principalmente le imprese e i privati ma anche le Pubbliche Amministrazioni.

Grazie al Conto Termico è possibile riqualificare i propri edifici per migliorarne le prestazioni energetiche, riducendo in tal modo i costi dei consumi e recuperando in tempi brevi parte della spesa sostenuta. Recentemente, il Conto Termico è stato rinnovato rispetto a quello introdotto dal D.M. 28/12/2012.

Il Conto Termico prevede incentivi fino al 65% per la sostituzione di impianti tradizionali  (caldaie a gas, gasolio, biomassa, impianti solari termici o pompe di calore obsolete) con sistemi più efficienti e performanti come le Pompe di Calore di nuova generazione.

L’incentivo viene erogato dal Gestore dei Servizi Energetici (GSE S.p.A.) al Soggetto Responsabile, ovvero a colui che ha sostenuto le spese per l’esecuzione degli interventi; il GSE inoltre, al fine di agevolare l’accesso al regime incentivante, ha previsto specifiche modalità operative per favorire la 
cessione del credito e il mandato irrevocabile all’incasso da parte del soggetto beneficiario dell’incentivo

Tabella Conto Termico 2.0 delle Pompe di Calore Templari

Per Pompe di Calore e Fotovoltaico

Ecobonus

L’Ecobonus è una forma di detrazione fiscale che si applica agli interventi di riqualificazione e risparmio energetico su edifici già esistenti. Dal 1° gennaio 2023 è possibile continuare a beneficiare dell’Ecobonus.

 

Per quanto concerne gli interventi su edifici singoli, la detrazione fiscale può aumentare fino al 65% per i lavori di miglioramento e risparmio energetico all’interno dei condomini e abitazioni. La percentuale di detrazione fiscale varia a seconda della spesa sostenuta per la riqualificazione energetica del proprio immobile.

Bonus Casa

Il Bonus Casa, chiamato anche semplicemente “bonus ristrutturazioni” e disciplinato dall’art. 16-bis del Dpr 917/86, riconosce un’agevolazione fiscale pari al 50% delle spese sostenute per lavori di ristrutturazioni edilizie che comportano risparmio energetico e/o l’utilizzo delle fonti rinnovabili di energia, effettuati su singole unità immobiliari, parti condominiali e complessi condominiali

L’installazione di un impianto di climatizzazione o fotovoltaico prevede una detrazione del  50% delle spese sostenute, applicabile alle spese per i lavori eseguiti su singole unità familiari o su parti comuni di edifici residenziali. Tale detrazione dovrà essere ripartita in dieci quote annuali di pari importo, per un importo massimo di 96.000 euro per ciascuna unità familiare.

Gli interventi legati alle pompe di calore, insieme a tutti gli altri che riguardano gli impianti tecnologici, sono soggetti all’obbligo di invio all’ENEA della relativa documentazione, che deve essere effettuato al seguente sito  https://detrazionifiscali.enea.it/bonuscasa.asp, entro 90 giorni dalla data di fine lavori.

bottom of page